Il codacons contro lo stato per l’emergenza casino online

Non ci voleva certamente il servizio de “LE IENE” per farci capire che lo Stato appoggia le lobby del gioco d’azzardo e questo fa trarre un’unica riflessione: lo Stato è responsabile di tutte le morti che accaderanno a causa del gioco d’azzardo. Il Codacons punta il dito contro la Presidenza del Consiglio, il Ministero dell’Economia, il Ministero della Salute che sono senz’altro rei di continuare a procrastinare  l’emissione di decreti, norme e dispositivi che mettano un freno ed un serio “stop” al gioco d’azzardo, denunciandoli per “istigazione al suicidio”.

Tutti sappiano che il gioco d’azzardo è un mondo che ha creato un “giro” di quattrini immenso e tantissimi proventi per il nostro Erario, ma ha anche creato vittime giovani, giovanissime e non che si sono trovate coinvolte in questo malessere di cui ormai conosciamo tristemente il nome: “ludopatia”. Il Codacons imputa al nostro Stato di non fare abbastanza per evitare questo “massacro” di persone ahimè certo prive di “fermo carattere” che non si sanno opporre alla “schiavitù del gioco” e quindi lo ritiene responsabile di tutti quei malesseri e di tutte quelle morti che sono accadute di conseguenza al gioco d’azzardo: e questo perchè? In fondo anche perchè il gioco è stato troppo pubblicizzato, troppo “spinto” sino ad “entrare” in alcuni cervelli che non hanno saputo “scegliere” di fermarsi al momento giusto. E’ un allarme che va gridato fortissimo ed il Codacons lo fa! Grazie a nome di tutti coloro che, purtroppo, hanno conosciuto la ludopatia e le sue tremende conseguenze.

I commenti sono chiusi.